in HiFi Audio by Audioreview

Con una certa emozione ho iniziato il mio intervento, lo scorso 11 gennaio, nel corso del secondo evento, anche questo ad ingresso libero, organizzato da AUDIOreview nello Studio 2 del prestigioso Auditorium Parco della Musica di Roma.

Dopo l’affascinante presentazione svolta da Mario Richard, con sorprendenti dimostrazioni della tecnica di correzione della risposta di un impianto audio in ambiente, toccava a me dimostrare agli intervenuti che si può ascoltare bene la musica che amiamo anche da dischi in vinile che hanno sessanta e più anni.
A onor del vero, di sicuro ausilio in questo compito sono stati l’avere a disposizione un prestigioso impianto audio fornito da Audiogamma (per la cronaca composto da giradischi e preamplificatore fono Pro-ject, preamplificatore Anthem serie STR, finali Rotel RB-1590, diffusori B&W 800 D3), per far suonare i dischi che mi accingevo a proporre al pubblico, e dal vedere che comunque il tema aveva attirato l’attenzione di tanti appassionati, che avevano riempito la capiente sala.

Fin dall’ascolto del primo brano tutti hanno capito e, credo, apprezzato il fatto che l’approccio ai temi proposti da questi incontri è quello di fare delle vere e proprie “chiaccherate” tra appassionati, un po’ come quando ci si trova ad ascoltare musica tra amici audiofili a casa di uno o dell’altro.

Con l’essenziale supporto del direttore di AUDIOreview, che mi ha fatto da “spalla” stimolando la discussione e l’approfondimento di alcuni aspetti, le due ore previste per la durata dell’incontro sono piacevolmente trascorse con l’ascolto dei brani in programma, di cui potete leggere nell’apposito box, e con i tanti interventi degli appassionati, tra i quali ho notato la gradita presenza di numerosi giovani nonché di pubblico femminile.

Leggi articolo completo su Audioreview